/ Sanità

Sanità | 22 aprile 2021, 10:47

Alzheimer Asti, un corso gratuito per familiari di persone affette da demenza

Sono aperte le iscrizioni, tre incontri, dal 4 maggio, per imparare la relazione convalidante

Immagine generica

Immagine generica

Una complessa gestione familiare quando, nella quotidianità irrompono le problematiche comportamentali legate alla demenza.

Le difficoltà di comprensione reciproca tra il familiare ed il proprio caro disorientato e confuso provocano infatti profonda stanchezza, non solo fisica ma anche emotiva. Un supporto a chi si prende cura dell’anziano con deterioramento cognitivo arriva dal Metodo Validation, che propone una rivoluzione nell’approccio all’anziano riconoscendolo come persona nella sua totalità, attraverso una tecnica di comunicazione che incide sul contatto empatic

Per far approfondire meglio questo metodo l’associazione Alzheimer Asti, in collaborazione con Agape Avo, Authorized Validation Organization, propone il corso di formazione “Tra me e te. La relazione convalidante con persone affette da demenza”.

Rivolto esclusivamente a familiari di persone affette da demenza, si svolgerà a distanza sulla piattaforma Google Meet e sarà condotto da Cinzia Siviero, responsabile e coordinatrice delle attività formative di Agape Avo, Authorized Validation Organization, insegnante certificata del metodo Validation e Paola Rabino, educatrice professionale e formatrice certificata del metodo.

Sono previsti tre appuntamenti con il seguente calendario: 4, 11 e 18 maggio, dalle 16:30 alle 18. Nel primo incontro si lavorerà sul tema “Le perdite”. Si cercherà di andare a comprendere emotivamente come l’anziano disorientato vive e reagisce alle perdite. Il secondo appuntamento sarà dedicato ai “Disturbi del comportamento”, per imparare a vivere i disturbi comportamentali come manifestazione di bisogni. Nell’ultimo incontro si approfondiranno alcune tecniche utili per apprendere la capacità di osservare ed esplorare il mondo dell’altro autenticamente.

Durante tutte le lezioni sarà dato ampio spazio all’accoglienza dei bisogni ed alla condivisione di esperienze.

L’iniziativa farà parte di una ricerca sperimentale, condotta dall’Università Bicocca di Milano, che valuterà la ricaduta del metodo sulla vita quotidiana dell’anziano e della sua famiglia, attraverso test validati.

Sono ancora aperte le iscrizioni. Per info: 334.60.641.97.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium