/ Attualità

Attualità | 22 maggio 2022, 20:13

Grandi apprezzamenti per l'inaugurazione della nuova sede della ProGeo Odv

Autorità, volontari e membri di altre associazioni hanno partecipato numerose alla 'prima volta' nella nuova sede

Alcuni momenti (foto di Maria Grazia Billi) dell'inaugurazione della sede ProGeo

Alcuni momenti (foto di Maria Grazia Billi) dell'inaugurazione della sede ProGeo

Ieri pomeriggio, nonostante il sole quasi agostano, hanno risposto in tantissimi all’invito di partecipare all’inaugurazione della nuova sede della ProGeo di frazione Revignano 102, al Palucco.

Presenti le massime autorità comunali, con in testa il sindaco Maurizio Rasero accompagnato dagli assessori Stefania Morra e Marco Bona con due funzionari comunali; l’assessore regionale con delega alla protezione Civile Marco Gabusi; il presidente della Fondazione CRA, Mario Sacco; il consigliere provinciale Paolo Bassi; Roberto Bertone in rappresentanza del Coordinamento Territoriale Regionale piemontese e Valter Marenco, presidente provinciale del Coordinamento Territoriale del volontariato di Protezione Civile di Asti;il vice presidente del CSV Francesco Marzo e il direttore Carlo Picchio.

Ma soprattutto erano presenti tantissimi volontari dell’associazione con i rispettivi familiari, sostenuti dai volontari rappresentanti le 14 associazioni che costituiscono insieme alla Progeo il coordinamento di Asti, ma non solo.

Alla festa erano presenti anche il presidente della Sezione Ana di Asti Fabrizio Pighin e il vice presidente dell’Associazione Alzhiemer Asti Odv Marcello Francesconi. Associazioni con la Progeo ha saputo creare, nei tempi di pandemia, un’unità di intenti per sviluppare i valori del volontariato, abitanti della frazione con i quali è seria intenzione instaurare un rapporto di collaborazione per la realizzazione di iniziative a favore degli abitanti del Palucco.

Durante il suo intervento, il presidente Danilo Baggio, che ha fortemente voluto, sempre sostenuto dal consiglio direttivo, una sede per i soci Progeo, ha illustrato ai presenti la nascita e la crescita e gli obiettivi raggiunti del nostro gruppo, costituito da 38 persone professionali e disponibili ad ogni chiamata di intervento, crescita culminata lo scorso anno con la costituzione della “squadra Calabroni”.

Lo scorso anno, in poco più di un mese, sono stati 30 gli interventi di rimozione di nidi di calabroni. Un continuo crescendo, reso possibile dalla costante disponibilità dei volontari, dalle riconosciute professionalità espresse dai soci che credono fortemente nel volontariato.

Infine vi è stata la benedizione della sede e della autovettura da parte del parroco della frazione, don Paolo Lungo e la lettura della “Preghiera del volontario” da parte del socio Francesco Filippone

Dopo di che è iniziata la festa, resa possibile grazie al contributo del Consorzio del Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, della ditta Piemonte Carni di Isola d’Asti e dalla ditta Brumar di Asti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium