/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 16 maggio 2024, 13:19

Chiude la stagione "Canelli in teatro 2024" al Balbo con un Galà a cavallo tra Italia e Francia

Martedì 21 maggio alle 21 con Jeune Compagnie Désoblique diretta da Blandine Martel Basile e dell’ensemble italiano di Afed – Alta Formazione Egri Danza

Chiude la stagione "Canelli in teatro 2024" al Balbo con un Galà a cavallo tra Italia e Francia

“Canelli in Teatro”, la nuova stagione del Teatro Balbo di Canelli curata dalla Fondazione Egri per la Danza, dà appuntamento al pubblico con un ultimo appuntamento d’eccezione: martedì 21 maggio alle ore 21 andrà in scena un Gala, a cavallo tra Italia e Francia, dedicato ai giovani talenti e alla creazione coreografica.

Nella serata si presenterà il lavoro della francese Jeune Compagnie Désoblique diretta da Blandine Martel Basile e dell’ensemble italiano di AFED – Alta Formazione Egri Danza in un confronto con gli artisti della Compagnia EgriBiancoDanza, storica compagnia italiana di EgriBiancoDanza diretta da Susanna Egri e da Raphael Bianco. L’evento metterà quindi in scena stili e poetiche diverse, coerentemente con l’obiettivo della stagione di “Canelli a teatro” di proporre un “viaggio” culturale variegato, accessibile e di qualità.

Volgendo l’attenzione Oltralpe, il pubblico potrà quindi scoprire la poetica della compagnia francese Jeune Compagnie Désoblique, che presenterà al pubblico “We always have a story”: la coreografia porta sul palco immagini, impulsi ed emozioni ispirati alla performance di “Stars/Feeling” di Nina Simone in occasione del festival jazz di Montreux  nel 1976. Cercando una connessione tra la musica e i testi delle canzoni di Simone e la propria esperienza, i danzatori rappresentano i propri sentimenti, celebrando la ricchezza e la profondità di emozioni tanto personali quanto univers

La Compagnia EgriBiancoDanza porterà sul palco “Domande senza risposta”, una sintesi in assolo dalla recente creazione “EartHeart – il cuore della terra” di Raphael Bianco, che mette in scena un dialogo tra corpo e spazio con al centro le domande senza risposta sul mistero della terra e della vita, e “Drift”, creazione di Mario Coccetti realizzata nell’ambito della seconda edizione del bando AREPO, dedicato al coreografi Over 35: una danza fisica, tecnica e teatrale che, partendo dal tema della frenesia, conduce il danzatore a mettere alla prova le personali resistenze fisiche e psicologiche.

AFED - Alta Formazione Egri Danza danzerà invece due coreografie di Raphael Bianco: un estratto di “She screams”, un lavoro che porta in scena, attraverso un caleidoscopio gestuale focalizzato su tre danzatrici, frammenti che rievocano il potere immenso dell'amore, accompagnati dalla voce ruvida e appassionata di Janis Joplin, e “FREEDOM”, un assolo maschile in cui il danzatore esprime la sua necessità di libertà tramite una travolgente fisicità.

La Fondazione Egri per la Danza è intanto già al lavoro per dare il via nell’autunno alla stagione 2024/25, con un programma di qualità che vedrà protagonista la danza, ma anche la prosa e la musica, e pensato per un pubblico di curiosi, appassionati e di famiglie, che coinvolgerà anche gli istituti scolastici del territorio con appuntamenti dedicati.

Si consiglia la prenotazione.

Comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium