/ Attualità

Attualità | 04 giugno 2020, 10:20

Centri estivi, un incontro online ad Asti per discutere dell'attivazione

Potranno essere utilizzati i volontari del servizio civile. Sarà costituito un elenco di soggetti disponibili a svolgere attività

Centri estivi, un incontro online ad Asti per discutere dell'attivazione

Sul tema tanto discusso dei centri estivi, l'assessore all'Istruzione del Comune di Asti, Elisa Pietragalla, ha convocato questa mattina, un incontro per un confronto e una riflessione sul loro futuro

All’incontro, molto partecipato, sono intervenuti oltre al dirigente del Settore Politiche Sociali, Istruzione e Servizi Educativi Roberto Giolito, anche due rappresentanti dell’Asl, il presidente della Commissione di Vigilanza Alberto Grosso e la dottoressa Enrica Girardino del Servizio d’Igiene e Sanità pubblica, che hanno risposto alle numerose domande dei partecipanti.

INCONTRO ONLINE

L'incontro è avvenuto su piattaforma online e ha stimolato un confronto sulle problematiche trasversali all’attivazione dei centri estivi facendo emergere la richiesta da parte di molti di azioni e modulistica condivisa e la necessità di analizzare a fondo le linee guida della Regione Piemonte al fine di organizzare l’ avvio di un servizio tanto importante come quello dei centri estivi, nella massima sicurezza e nel rispetto di tutte le norme previste.

"Con questo incontro, afferma l’assessore Pietragalla, abbiamo voluto facilitare un confronto importante tra i gestori dei centri estivi della Città di Asti, il Comune e l’Asl, al fine di dare a tutti la possibilità di esprimere dubbi e problematiche e per ragionare insieme sulle nuove linee guida.

POTRANNO ESSERE IMPIEGATI I VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE

Durante la mattinata è stata condivisa la notizia dell’importante presenza dei volontari di servizio civile universale, che potranno essere impiegati nello svolgimento delle attività ricreative, affiancando e supportando gli operatori dei centri estivi.

Distanziamento sociale, sanificazione, S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) e protocollo sanitario le tematiche più discusse.

Al termine della riunione è stato concordato l’invio, da parte del Comune di Asti, di un modulo di richiesta di manifestazione di interesse per la costituzione di un elenco di soggetti disponibili a svolgere attività di centro estivo a tutti i partecipanti, al fine di fare chiarezza su quanti siano intenzionati a proporre l’attività nell’anno in corso.

Il sindaco Maurizio Rasero appoggia l’iniziativa, auspicando che, nonostante le norme stringenti dettate dalle linee guida nazionali e regionali, si possa costruire una proposta di attività estiva, in sicurezza e nel rispetto di tutte le normative, per dare una risposta importante a tante famiglie che necessitano di un supporto in questo periodo tanto difficile.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium