/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 12 ottobre 2020, 17:45

Passepartout 2020 più forte del Covid: 2200 persone presenti e oltre 15mila collegate da casa

Anche quest'anno il festival, giunto alla 17esima edizione, ha portato sul palco ospiti d'eccezione, riuscendo a coinvolgere un ampio target di pubblico

Foto di Merfephoto

Foto di Merfephoto

2200 persone presenti, oltre 15mila quelle collegate da casa via Facebook.

È un bilancio assolutamente positivo quello della 17esima edizione del festival Passepartout, che ha portato anche a casa degli astigiani ospiti d'eccezione, riuscendo a coinvolgere un target di pubblico vastissimo.

Tanti i temi trattati e tre appuntamenti completamente sold out: l'economia con Carlo Cottarelli, il diritto con Marta Cartabia e il primo incontro del festival, con il giornalista Gad Lerner.

Sul palco anche il regista Enrico Vanzina, il pittore Ugo Nespolo e molti altri. 

Un'edizione, quella di quest'anno, più forte del Covid 19, dal titolo "1920-2020: Proibito". Proibito, perché è stato proibito a tutti di arrendersi durante e dopo il lockdown, ma è stato anche l'anno di tante proibizioni, di divieti e di restrizioni.

Il festival si è concluso ieri, domenica, con le video conferenze del sindacalista Sergio Cofferati e dell'editorialista del Corriere della Sera, Ernesto Galli della Loggia, moderate dal giornalista Beppe Rovera. 

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium